Cronaca

Vaccino, Oms: “I giovani potrebbero aspettare fino al 2022”

La ricercatrice capo dell'Oms, Soumya Swaminathan, ha precisato che un sistema di vaccinazione di massa in tempi rapidi sarà impossibile. Necessario, dunque, stabilire delle priorità

Priorità agli anziani e al personale sanitario. La ricercatrice capo dell’Oms, Soumya Swaminathan, avverte che gli individui giovani e in salute potrebbero dover attendere il vaccino contro il Covid-19 fino al 2022. 

Una vaccinazione di massa in breve tempo non sarà, infatti, possibile. Da qui la necessità di stabilire delle rigide priorità. “La gente tende a pensare che il primo gennaio o il primo aprile farà il vaccino e poi le cose torneranno alla normalità. Non andrà così”. 

“La priorità l’avranno gli operatori sanitari e quelli in prima linea, su questo siamo tutti d’accordo – ha spiegato la ricercatrice -. Ma anche in quei casi bisognerà stabilire chi corre i rischi più alti. Poi ci saranno gli anziani”.

Soumya Swaminathan ha precisato anche che i dettagli sulla distribuzione prioritaria del vaccino sono ancora in fase di elaborazione da parte dell’Oms e dei suoi gruppi di consulenza. Manca ancora un farmaco che sia considerato sicuro ed efficace dall’Oms, ma la speranza è di “averne almeno uno con queste due caratteristiche entro il 2021, che comunque sarà disponibile in quantità limitate”. 

Oggi, a Bruxelles, sarà presentata la strategia della Commissione Ue.

LEGGI ANCHE: Speranza: “Stiamo investendo molto sul vaccino. Italia fortemente protagonista”

Tag

Gina Lo Piparo

Laureata in Scienze dell'antichità, ama la natura, i viaggi, la poesia, l'arte, la scrittura e Dio, fonte di tutte queste cose. Missionaria, crede nei valori cristiani, che intende come uno stile di vita concreto, reale e rivoluzionario.

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close