Gender

Usa, “No ad atleti transgender nelle squadre femminili”

Il Dipartimento di Giustizia di Trump si è schierato con la nuova legge dell'Idaho.

Il Dipartimento di Giustizia di Trump si è schierato, venerdì, in tribunale, con la nuova legge dell’Idaho, che «impedisce ai maschi biologici che si identificano come femmine, di giocare nelle squadre femminili».

La nuova legge dell’Idaho, chiamata “Fairness in Women’s Sports Act“, richiede che il sesso biologico, e non l’identità di genere, sia usato per determinare chi gioca nelle squadre delle scuole superiori e dei college. L’American Civil Liberties Union (ACLU) sta contestando la legge in tribunale.

Il Dipartimento di Giustizia ha presentato una dichiarazione d’interesse in difesa della legge, dicendo che si allinea con la clausola di pari protezione della Costituzione, perché assicura che le atlete siano alla pari con i maschi: «La clausola di pari protezione non richiede agli Stati di abbandonare i loro sforzi, per fornire alle donne biologiche pari opportunità di competere per godere dei benefici che ne derivano per tutta la vita, la partecipazione all’atletica scolastica al fine di soddisfare le preferenze di squadra degli atleti transgender», dice la dichiarazione di interesse.

«In altre parole, la Costituzione non richiede che l’Idaho fornisca il trattamento speciale richiesto dai querelanti, in base al quale i maschi biologici possono competere contro le femmine biologiche, se e solo se i maschi biologici sono transgender».

Nel Connecticut, due atleti transgender che sono biologicamente maschi, ma che si identificano come femmine, hanno vinto 15 titoli statali su pista.

Il briefing del Dipartimento di Giustizia punta a favore del testo del disegno di legge, che dice che esistono “differenze fisiologiche” tra uomini e donne, che li rendono generalmente più forti e veloci e che “generalmente danno agli uomini un vantaggio significativo nella competizione testa a testa”. Il brief cita anche una sezione del disegno di legge, che parla di uguaglianza: «Fornendo opportunità per le atlete, di dimostrare la loro abilità, forza e capacità atletiche, fornendo loro anche l’opportunità di ottenere riconoscimenti e borse di studio per il college, e i numerosi altri benefici a lungo termine che derivano dal successo in attività atletiche”.

Fonte: Christian Headlines

Leggi anche: Polizia negli USA, Donald Trump avvia la riforma (le novità)

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close