EsteriIn evidenza

Usa, i volontari di Samaritan’s Purse soccorrono gli sfollati dell’uragano Laura

La tempesta che si è abbattuta il 24 agosto fino a 150 miglia all'ora ha lasciato 700.000 persone senza corrente.

I volontari dell’organizzazione no-profit evangelica Samaritan’s Purse sono scesi in campo in Louisiana per occuparsi delle famiglie bisognose a causa dell’avvento dell’uragano Laura.

Migliaia di residenti si troveranno senza corrente per mesi, mentre alcune case sono state distrutte: ecco, quindi, che l’organizzazione umanitaria ha creato tre centri nello Stato creolo, cercando di aiutare decine di comunità, in tre contee colpite dalla tempesta di categoria 4.

«Quello che stiamo vedendo è che questa tempesta non ha davvero avuto favoritismi», dichiara Todd Taylor, direttore dei soccorsi statunitensi di Samaritan’s Purse, al Christian Post riguardo la tempesta che si è abbattuta il 24 agosto, con venti fino a 150 miglia all’ora. L’uragano Laura ha lasciato 700.000 persone senza corrente.

Alberi caduti e case danneggiate

Samaritan’s Purse, organizzazione che fornisce regolarmente aiuti in seguito a disastri naturali, ha dato inizio alle operazioni di soccorso la scorsa settimana a Lake Charles, con il supporto della chiesa battista di Sale Street Baptist Church.

Sabato scorso, circa 25 volontari provenienti da fuori dello stato hanno aiutato il team di Samaritan’s Purse a rimuovere alberi e altri detriti dalle case. A partire da lunedì pomeriggio, Taylor ha detto che i volontari sono stati in grado di aiutare otto famiglie a Lake Charles. Uno dei proprietari delle abitazioni soccorso da Samaritan’s Purse è Garrison Worthington. La tempesta ha rovesciato una quercia enorme sulla cima della sua casa causando un buco gigantesco. Worthington e la sua famiglia hanno evacuato la zona mentre Laura si intensificava in una tempesta di categoria 4. Quando è tornato, ha scoperto che l’uragano non solo aveva danneggiato la sua casa, ma anche tutte le abitazioni dei vicini.

Due nuovi centri in fase iniziale

Nelle città della Louisiana di DeRidder e Jennings, le altre due sedi di Samaritan’s Purse sono in fase iniziale. A DeRidder, si è iniziato a lavorare domenica. Nel frattempo, il sito di accoglienza dei volontari dell’organizzazione a Jennings è diventato pienamente operativo martedì.

Samaritan’s Purse si sta impegnando con lo stato della Louisiana per aiutare nella pulizia. Il percorso del vento era di 100 miglia da est a ovest. Quei venti forti sono arrivati a circa 75 miglia nell’entroterra. L’organizzazione, si concentrerà inizialmente sulla rimozione dei danni agli alberi e sul telone delle case in tutta la Parrocchia di Beauregard, la Parrocchia di Calcasieu e anche la Parrocchia di Jefferson Davis.

Danni alle reti elettriche e fognarie

Il direttore di Samaritan’s Purse ha detto che la cosa che più ritarda i soccorsi è la mancanza di elettricità. Todd Taylor ha dichiarato di aver parlato lunedì con il proprietario di una casa a Lake Charles, a cui è stato detto che ci vorranno circa due o tre mesi prima che l’elettricità venga ripristinata in casa sua, perché la tempesta ha distrutto la rete elettrica.

«A causa dei gravi danni alle infrastrutture di queste parrocchie colpite, tutte le nostre chiese [ospitanti] stanno facendo funzionare i generatori. Dobbiamo occuparci della logistica per alimentare i generatori e far venire gli elettricisti», continua. Due delle chiese ospitanti non hanno acqua potabile. L’intero sistema fognario è fuori uso».

Esitazioni a causa del Covid-19

Poiché la devastazione dell’uragano Laura si è diffusa in Louisiana e Texas, Taylor ha detto che l’ente di beneficenza sta avendo difficoltà ad attirare i volontari locali perché la gente del posto ha i propri danni da curare o ha amici o famiglie che hanno bisogno di aiuto. «Anche alcuni volontari fuori dallo stato possono essere esitanti a causa della pandemia Covid-19», ha spiegato.

«I volontari sono esitanti e chi vuole venire a passare la notte con noi deve venire con un test negativo per il Covid-19 in mano». Mentre Samaritan’s Purse si sta inizialmente concentrando sulla rimozione degli alberi, Taylor ha detto che è troppo presto per dire quale sarà la prossima fase dei progetti di soccorso di Samaritan’s Purse in Louisiana.

Fonte: The Christian Post

Lilia Ricca

Leggi anche: “Grazie fratelli Evangelici!”, a Cremona ONG dagli Usa per salvare vite umane

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close