Cultura & Scienze

Cinema, un film su Gesù nel lingua dei segni per i sordomuti

Far conoscere la storia di Gesù a tutti, anche ai sordomuti, attraverso un film nella lingua dei segni. È questo l’obiettivo dell’organizzazione mondiale Missioni Sorde, impegnata nell’evangelizzazione tra i non udenti, come si apprende anche dal sito di Radio Eclat.

Secondo i promotori dell’iniziativa, il film sarà un mezzo per divulgare il Vangelo a 70 milioni di persone sorde provenienti da tutto il mondo.

«La lingua dei segni può comunicare qualcosa di utile a tutte le persone – ha detto Chad Entinger di Missioni Sorde e come riportato anche da Mission Network News-, osservando la gestualità, ogni persona potrà essere conquistata, sentendo propria quella lingua. Crediamo davvero che Dio possa e utilizzerà il linguaggio dei segni per raggiungere le persone non udenti».

«Molte persone sorde pensano che Dio Uno e Trino sia comprensibile solamente alle persone che possono ascoltare normalmente – ha spiegato Mission Network News – Questo  accade a causa delle molte quantità di risorse che le chiese tendono a dedicare al lavoro ministeriale dedicato esclusivamente alle persone normodotate. Questo film è un investimento nel ministero dei sordi e del discepolato. Comunica anche alla comunità dei sordi che contano non solo per i cristiani, ma per Dio».

La produzione dovrebbe durare almeno tre anni. Il video pilota è il punto di partenza. È in corso una raccolta fondi per finanziare le fasi di: pre-produzione, produzione e post-produzione di questo progetto.

Ministry of the Deaf Entinger ha chiuso degli accordi con dei traduttori della Bibbia, soprattutto con quelli specializzati nella lingua dei segni. Interi Paesi, ancora, non hanno l’opportunità di usufruire della traduzione biblica nella loro locale lingua dei segni. Oltre a chiedere donazioni finanziarie, le Missioni Sorde chiedono anche alle persone di pregare per questo progetto.

«Preghiamo per le persone – commentano da Ministry of the Deaf Entinger – che verranno e parteciperanno alla produzione. È un progetto molto grande. Per avere successo, sono necessari: tempo, energia e creatività. Preghiamo anche per il finanziamento del progetto. Chiediamo a Dio di rispondere alle esigenze di questo progetto. Infine, preghiamo affinché Dio utilizzi questo progetto per rivelare Se stesso alla comunità dei sordi su larga scala e per equipaggiare gli altri nell’opera di traduzione». Per fare delle donazioni destinate alla produzione del film, clicca qui.

Gabriele Giovanni Vernengo

LEGGI ANCHE: I am Jesus, il gioco che permette di essere Gesù: polemiche sui social / VIDEO

Tag

Gabriele Giovanni Vernengo

Classe 94', amante della cultura e dell'arte. Fermo nei propri valori e nella sua fede cristiana, porta avanti il proprio talento tramite la poesia e il giornalismo, definite da lui stesso come «missioni» e/o « vocazioni».

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close