CronacaLombardia

Trezzo, annega nell’Adda per salvare la figlia di 9 anni

Il corpo senza vita dell'uomo è stato ritrovato alle 6.30 di domenica 21 giugno

Un tragedia consumatasi in pochi istanti, quella del papà di una bimba di 9 anni scomparso tra le acque dell’Adda per raggiungere sua figlia. Il corpo senza vita dell’uomo, Angelo Belluscio, 47 anni, di Calusco d’Adda, ex barista e ora gruista per l’impresa stradale Vitali spa, è stato recuperato domenica mattina (21 giugno) dopo i tentati soccorsi di un pescatore.

L’annegamento risale a sabato pomeriggio (20 giugno) quando intorno alle 18 padre e figlia si trovavano nell’Isola, nella zona dove l’Adda separa Cornate d’Adda dai comuni di Medolago e Suisio, in provincia di Monza e Brianza. Una zona molto frequentata nel weekend dove è vietata la balneazione, dove comunque molti vanno a rinfrescarsi.

Quanto accaduto è in fase di ricostruzione dai Carabinieri di Trezzo d’Adda e Vimercate. Le dinamiche di annegamento della bambina sono in fase di accertamento: pare sia scivolata prima di essere stata travolta dalla corrente.

Vedendo scomparire la figlia, il padre, a pochi metri da lei, si è lanciato in soccorso prima che le sue grida raggiungessero l’attenzione di un pescatore romeno. L’uomo è riuscito a portare a riva la piccola mentre il papà veniva travolto dalla corrente. Avvertito il 118, nella zona sono arrivati un’ambulanza e l’automedica oltre all’elicottero del 118 da Bergamo, ai Vigili del Fuoco del Comando provinciale di Monza, ai sommozzatori di Milano e l’elicottero dei pompieri da Malpensa.

Le ricerche del padre sono proseguite fino a tarda sera senza alcun esito. Domenica mattina sono state riprese all’alba. Erano le 6.30 quando i sub dei Vigili del Fuoco milanesi hanno individuato e recuperato il corpo dell’uomo, senza vita. Senza l’intervento del pescatore, probabilmente, anche la bimba di 9 anni sarebbe annegata (LR).

Leggi anche: Bimbo di 4 anni cade nella piscina e muore annegato

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close