Esteri

Testimoni di Geova perseguitati in Russia: raffica di arresti

Dal 2017 in Russia essere testimoni di Geova è fuorilegge. Le organizzazioni per i diritti umani: «È violazione della libertà religiosa».

(di Gina Lo Piparo) Sono sei i testimoni di Geova condannati nella Russia meridionale a causa della loro fede. Dal 2017, infatti, la Russia ha messo al bando tale confessione religiosa, considerandola un pericoloso estremismo e punendola con pene molto severe.

Per i sei in questione, catturati durante un blitz a metà 2018, erano state chieste addirittura pene detentive tra i sei e i sette anni, anche se alla fine i giudici hanno stabilito tra i due e i tre anni e mezzo d’incarcerazione.

La prima condanna in tal senso è arrivata un anno e mezzo fa e ha colpito Dennis Christensen, cittadino danese accusato dell’organizzazione di un gruppo estremista vietato. Riunirsi o divulgare materiale informativo, infatti, è assolutamente proibito e, secondo l’organizzazione religiosa, anche altri tre fedeli sarebbero stati condannati dalla Russia Occidentale all’Estremo Oriente.

Totale la condanna del provvedimento da parte delle organizzazioni in difesa dei diritti umani: le libertà religiose sono state pesantemente violate.

Gina Lo Piparo

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close