CronacaIn evidenza

Task force di medici contro il coronavirus, all’appello hanno risposto in 7923

Un successo l'appello del Governo per rinforzare il personale sanitario nelle zone più colpite.

Sono state 7923 le persone che hanno aderito all’appello per una task force di 300 medici che aiuteranno gli ospedali piùcolpiti dall’emergenza coronavirus.

È il dato definitivo della ‘chiamata’ che si e’ chiusa ieri, sabato 21 marzo, alle 20. Al via l’esame delle candidature.

Come riportato dall’Ansa, i primi medici potrebbero essere operativi già domani, in Lombardia e a Piacenza. L’appello era stato lanciato dal ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia. «Ringraziamo tutti i medici che, su base volontaria, hanno aderito all’iniziativa», si legge sul sito della Protezione civile.

Ai medici che hanno risposto all’appello spetterà un indennizzo quotidiano, il rimborso spese e un alloggio.

Su Facebook il ministro Boccia ha affermato: «Quasi 8 mila medici hanno risposto all’appello. Un atto di amore e di orgoglio per il Paese. Quando abbiamo proposto una task force di medici da arruolare per fronteggiare l’emergenza coronavirus, molti pensavano che forse potessero arrivare 100 domande, noi ci abbiamo creduto fin dall’inizio. Abbiamo aperto un bando con la Protezione civile e siamo stati travolti dall’Italia migliore. Lo Stato farà di tutto per sostenerli e ringraziarli. Sarà una squadra di interposizione che partirà dalla Lombardia e poi si sposterà in tutta Italia dove servirà».

Davide Crippa, capogruppo del MoVimento 5 Stelle alla Camera, ha affermato: «Le domande per fare parte della task force di medici volontari da inviare nelle regioni più colpite dal coronavirus sono circa ottomila. È questa la commovente risposta al bando lanciato dalla Protezione civile da parte dei camici bianchi italiani che hanno deciso, con grande generosita’ e coraggio, di dare una mano ai loro colleghi delle zone piú colpite dal Corononavirus e che sono in prima linea. Questa è l’Italia migliore, quella della solidarietà nel momento più buio. Ci sono richieste arrivate da tutte le regioni, anche da parte di medici di 80 anni. Insieme ce la faremo. E questo gesto ci dà molta forza e speranza affinché il peggio possa passare al più presto e il Paese uscire da quest’emergenza».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, nuova ordinanza restrittiva del Governo (IL TESTO).

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close