Esteri

Sudafrica, sotto attacco la Chiesa pentecostale più grande del Paese

Cos'è successo l'11 luglio nella periferia occidentale di Johannesburg.

L’11 luglio scorso cinque persone sono state uccise in un attacco a una delle più grandi chiese pentecostali del Sudafrica, la International Pentecostal Holiness Church.

Secondo la dichiarazione della Polizia, trasmessa dal quotidiano 20 minutes, un gruppo di uomini armati ha fatto irruzione in un edificio della chiesa nella periferia occidentale di Johannesburg, affermando che «stavano per impossessarsi dei locali». Come riportato su Evangelique.info, le forze dell’ordine sono intervenute per rispondere agli spari e ad una presunta presa di ostaggi all’interno della Chiesa.

Quaranta persone sono state arrestate, alcune ricoverate in ospedale e le armi da fuoco sono state squestrate. Secondo le autorità, che hanno avviato le indagini, è possibile che questo attacco abbia avuto origine in una lite tra le parti in conflitto all’interno della Chiesa.

In effetti, dalla morte nel 2016 del suo fondatore, il  multimilionario Glayton Modise, una ‘guerra’ di successione ha scosso questa chiesa pentecostale. Già nel 2018, alcuni incendi in sede ferirono tre persone. E ancora le parti ‘in conflitto’ sono andate in tribunale nel 2017 per la scomparsa di $ 6,5 milioni dai fondi della chiesa che conta 1 milione e mezzo di membri.

LEGGI ANCHE: Persecuzione dei Cristiani in Mozambico: centinaia di famiglie in difficoltà.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close