BioeticaIn evidenza

Stop all’aborto tardivo, sì alla ricerca neonatale: i propositi di Donald Trump

Nell’intervento di ieri sera, il presidente americano ha ribadito il suo impegno pro-life. Presente in sala la piccola Ellie Schneider, nata alla 21esima settimana.

«Attraverso l’abilità dei suoi dottori e le preghiere dei suoi genitori, la piccola Ellie ha continuato a vincere la battaglia per la vita. Oggi Ellie è una bambina di due anni forte, in salute».

Il presidente Donald Trump, nel suo intervento di ieri, 4 febbraio, davanti al Congresso sullo stato dell’Unione, ha ribadito il proprio impegno in favore della vita e lo ha fatto menzionando il caso della piccola Ellie Schneider, presente alla cerimonia insieme alla madre Robin, direttamente da Kansas City.

Nata nel 2017 a 21 settimane e sei giorni, la piccola pesava mano di 450 grammi. Oggi è perfettamente in salute, così come molti altri bimbi nati prematuramente potrebbero testimoniare.

LEGGI ANCHE: In Germania una legge per rendere ogni cittadino un donatore di organi.

In onore di Ellie e col plauso dei democratici, Trump ha dunque esortato i membri del Congresso a devolvere 50 milioni di dollari alla ricerca medica neonatale: «Il nostro obiettivo dovrebbe essere quello di garantire che ogni bambino abbia le migliori possibilità di prosperare e crescere proprio come Ellie. Ecco perché sto chiedendo al Congresso di fornire altri 50 milioni di dollari per finanziare la ricerca neonatale per i pazienti più giovani d’America».

Essendo Ellie testimonianza vivente del fatto che è da un piccolo e fragile corpicino, chiuso nel grembo materno, che evolve qualsiasi essere umano che poi vivrà la propria vita sulla terra, Trump ha avanzato anche una seconda richiesta «Questo è il motivo per cui chiederò anche ai membri del Congresso di stasera di approvare la legislazione che vieta finalmente l’aborto tardivo dei bambini. Che siamo repubblicani, democratici o indipendenti, sicuramente dobbiamo essere tutti d’accordo sul fatto che ogni vita umana è un sacro dono di Dio».

LEGGI ANCHE: Cina, la nuova emergenza sanitaria è l’aviaria.

Tag

Gina Lo Piparo

Laureata in Scienze dell'antichità, ama la natura, i viaggi, la poesia, l'arte, la scrittura e Dio, fonte di tutte queste cose. Missionaria, crede nei valori cristiani, che intende come uno stile di vita concreto, reale e rivoluzionario.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close