Esteri

Stati Uniti, migrante 17enne violentata e costretta a diventare madre surrogata

La 17enne del Guatemala, prima di riuscire a fuggire, è stata violentata cinque volte.

Il tribunale federale di Sioux City, nello Iowa (negli Stati Uniti) ha condannato Cristobal Francisco a 18 mesi di prigione e sua moglie Amy a 12 mesi e 1 giorno di carcere.

L’accusa? Avere portato illegalmente una ragazza di 17 anni e suo padre dal Guatemala agli Stati Uniti per fare diventare la giovane una mamma surrogata.

Nel corso dell’udienza, la coppia ha ammesso di aver pianificato tutto, offrendo di pagare tutti i costi relativi alla gravidanza, alla nascita e all’adozione del bambino e promettendo alla giovane di continuarla a garantire negli studi e ha rassicurato il papà del piccolo di poter continuare a lavorare. Così a novembre 2019, la loro partenza dal Guatemala della coppia è stata organizzata dai coniungi Francisco.

Non appena arrivata, la ragazza è stata violentata cinque volte. Durante una di queste era presente la moglie di Cristobal, rimasta fuori dalla stanza mentre osservava tutto. La coppia, che ha parlato di «inseminazione naturale», ha detto che la minore era consenziente.

Alla fine di tutta questa triste storia, la ragazza è riuscita a fuggire e Cristobal Francisco e Amy Francisco sono stati condotti in una prigione federale.

Fonte: https://www.infochretienne.com/

Gabriele Giovanni Vernengo

Tag

Gabriele Giovanni Vernengo

Classe 94', amante della cultura e dell'arte. Fermo nei propri valori e nella sua fede cristiana, porta avanti il proprio talento tramite la poesia e il giornalismo, definite da lui stesso come «missioni» e/o « vocazioni».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close