Storie

Sposati da 68 anni, Bob e Corinne muoiono a 33 ore di distanza

Bob Johnson e sua moglie, Corinne Johnson, hanno vissuto una vita devota l’uno con l’altro fino alla fine. La loro storia è la prova che l’amore eterno esiste.

I due coniugi, uniti in matrimonio il 20 ottobre 1951 nella chiesa luterana della Norseland (Regno Unito), hanno abitato in una fattoria e si sono presi cura di sette figli. Prima di dedicarsi alla vita di campagna, Corinne si è laureata e, per un anno, ha anche insegnato.

La coppia si dedicava al raccolto e all’allevamento del bestiame. Erano genitori devoti e presenti. Spesso in giro per il mondo per assistere agli eventi sportivi dei loro figli, Corinne ha dedicato molto tempo al volontariato locale e all’insegnamento presso la Scuola Domenicale.

«Corinne adorava cucinare per amici e parenti ed era nota per il suo pane fatto in casa e i panini alla cannella- si legge nel cronologio – Le piaceva anche fare giardinaggio, cucire gli abiti per la sua famiglia e le trapunte per Scandian Grove».

Fino allo scorso anno, la coppia possedeva una fattoria poi entrambi cominciarono ad avere seri problemi di salute. Bob scoprì di avere un tumore e poco dopo Corinne si accorse di soffrire di un’insufficienza cardiaca congestizia. Entrambi ricoverati nello stesso ospedale, sono morti a 33 ore di distanza, cosa che i loro figli hanno trovato molto significativa.

Uno di essi, Brent Johnson, ha detto che il padre, 88enne, aveva sempre messo al primo posto (anche prima di se stesso) la sua compagna di vita, un anno più giovane di lui. «Quindi – ha  sottolineato il figlio – era giusto che alla fine aspettasse la morte della sua amata per poi raggiungerla. Sono andati nel posto che gli spetta».

LEGGI ANCHE: Ilaria D’Amico: «Mia madre aveva deciso di abortire»     

Bruce Johnson, medico oncologo e anche lui figlio della coppia, ha detto: «Pensavo che papà avrebbe resistito di più ma – ha aggiunto il figlio – non appena la mamma è morta, le sue condizioni di salute sono peggiorate. È difficile immaginare che sia una coincidenza».

«Quando la mamma è morta – ha commentato Beth Kinkeade, una delle figlie della coppia – i due letti singoli dei miei genitori sono stati separati. Papà era angosciato ma non ha dovuto aspettare molto per seguirla».

La coppia non ha permesso che i loro figli si preoccupassero per loro. Così sono morti insieme.

«Il loro obiettivo era non farci preoccupare- ha detto la figlia più giovane della coppia, Lora Dennis – siamo certi che si trovano in un posto migliore».

La coppia ha trascorso la vita a poca distanza da dove erano cresciuti e sono stati ricordati in un servizio congiunto nella chiesa vicino alla loro amata fattoria. Il vero amore è questo. Per tutta la vita sono stati profondamente innamorati e devoti l’uno per l’altro e anche nella morte sono stati insieme.

Gabriele Giovanni Vernengo

LEGGI ANCHE: Che fine ha fatto la cantante Milva?

Tag

Gabriele Giovanni Vernengo

Classe 94', amante della cultura e dell'arte. Fermo nei propri valori e nella sua fede cristiana, porta avanti il proprio talento tramite la poesia e il giornalismo, definite da lui stesso come «missioni» e/o « vocazioni».

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close