CronacaSicilia

Spaccio di droga nei comuni del Catanese, 4 arresti e 18 indagati: i nomi

I militari hanno eseguito l’ordinanza cautelare, emessa dal Gip su richiesta della Procura etnea, nei confronti di 11 indagati

Arrestate quattro persone e obbligo di dimora e di presentarsi alla polizia giudiziaria per altri sette. Questo l’esito dell’operazione antidroga dei carabinieri del comando provinciale di Catania, della compagnia di Acireale e del nucleo Cinofili di Nicolosi. I militari hanno eseguito l’ordinanza cautelare, emessa dal Gip su richiesta della Procura etnea, nei confronti di 11 indagati.

Operazione antidroga nel Catanese

Le indagini erano state avviate dal nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Acireale nel giugno del 2019 a seguito di una segnalazione anonima circa una fiorente attività di spaccio ad Aci Sant’Antonio e l’ubicazione di un deposito di droga in un garage nel paese.
 
Gli inquirenti sono così risaliti ad un giro d’affari di migliaia di euro, ricostruendo la rete che gestiva piazze di spaccio anche a San Giovanni La Punta e a Pedara. 
 
Il gruppo organizzava attraverso un linguaggio criptico gli incontri con gli acquirenti e pianificava furti di carburante da rivendere per ottenere contanti. Fondamentale anche la partecipazione di mogli e fidanzate, che, anche in presenza di minori, concorrevano alla cessione della droga organizzando gli appuntamenti.

Spaccio di droga nel catanese, 4 arresti e 18 indagati

L’inchiesta, denominata A Fossa, ha condotto complessivamente a 18 gli indagati, ai quali i carabinieri hanno notificato l’avviso di conclusione indagini contestualmente all’esecuzione dell’ordinanza del Gip.
 
I reati contestati, a vario titolo, sono: spaccio di sostanze stupefacenti, furto aggravato, ricettazione e detenzione illegale di arma.
 
Cinque persone sono state arrestate in flagranza di reato, tre denunciate per spaccio di sostanze stupefacenti e furto aggravato. Sequestrata inoltre una carabina ad aria compressa, modificata nella potenza, priva di marca e con la matricola abrasa, e le relative munizioni.
 
Su 18 indagati, 11 sono i destinatari della misura cautelare, mentre i restanti hanno ricevuto l’avviso di conclusione delle indagini preliminari.
 
Destinatari dell’ordine di custodia cautelare in carcere eseguito da militari dell’Arma sono: Antonio Barbarino, di 34anni, Salvatore Bonaccorso, di 49, Angelo Sabino, di 31 e Alfio Scammacca, di 34. L’obbligo di dimora e di presentazione alla polizia giudiziaria è stato notificato da militari dell’Arma a: Luca Andrea Cassiele Arena, di 32 anni, Lucia Caterina Brischetto, di 25, Placido Cannavò, di 46, Sergio Cannavò, di 47, Jessica Di Mauro, di 30, Lorenzo Luca Musumeci, di 37, e Sebastiano Saraceno, di 45. 
Tag

Gina Lo Piparo

Laureata in Scienze dell'antichità, ama la natura, i viaggi, la poesia, l'arte, la scrittura e Dio, fonte di tutte queste cose. Missionaria, crede nei valori cristiani, che intende come uno stile di vita concreto, reale e rivoluzionario.

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close