Sea Watch: Carola indagata per favoreggiamento immigrazione

di VoceControCorrente

La Guardia di Finanza è salita a bordo della nave per le perquisizioni.

Carola Rackete è indagata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e rifiuto di obbedienza a nave da guerra. La capitana della Sea Watch 3 finisce così nel mirino della giustizia italiana, per aver forzato il blocco ed essersi avvicinata al porto di Lampedusa, alla guida della nave che trasporta oltre 40 migranti. Lo stesso padre della trentunenne tedesca ha dichiarato alla stampa “Se la caverà, ma spero non debba imparare la lingua italiana in qualche prigione della penisola”.

La Guardia di Finanza è salita a bordo dell’imbarcazione per attuare le prime perquisizioni. La soluzione comunque sembra essere ormai vicina. Il premier Conte ha assicurato di essere a lavoro per siglare un accordo internazionale che assicuri la ridistribuzione. I paesi a disposizione sarebbero quattro o cinque. Intanto è lo stesso Viminale a mettere le mani avanti. Fonti del Ministero dell’Interno chiedono garanzie dall’Europa, prima di permettere lo sbarco sull’isola di Lampedusa.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati