Gender

Scar non è abbastanza gay: le comunità lgbt contro il remake del Re Leone

Per le comunità lgbt Scar non è abbastanza gay nel remake del Re Leone: ecco la storia dell’ennesima battaglia per un film per bambini.

Nessuno aveva mai pensato al cattivo del Re Leone come a un personaggio omosessuale, eppure le comunità lgbt sostengono a gran voce che lo sia. Talmente tanto a gran voce da protestare perché Scar non è abbastanza gay nel remake che arriverà presto al cinema.

La polemica è nata in America dopo l’uscita del primo trailer completo del live-action del classico capolavoro Disney.  Un live-action che ha fatto sorridere grandi e piccini, dato che si tratta di una favola molto tenera.

Nel trailer si vede Scar, che è molto diverso da come appare nel cartone della Disney. Il leone-cartoon aveva un’aura subdola, una pelliccia marrone scuro, criniera nera, pizzetto e occhi verdi segnati da una cicatrice. Aveva movimenti sinuosi e ancheggianti, che dovevano suggerire un fare strisciante e cattivo.

Di fatto, però, per la comunità lgbt americana questi movimenti e il “trucco” di Scar sono diventati un’icona gay. E il fatto che il nuovo leone malvagio sia semplicemente smunto e scarno e non segnato da particolari estrosità ha provocato il panico su Twitter.

Inutile dire che la polemica lascerà comunque il tempo che trova: stavolta il personaggio rimarrà esattamente com’è. Senza interventi di sorta e senza calcare la mano su tendenze che potrebbero sicuramente spiazzare i più piccoli.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close