Esteri

Sarebbe razzista: il nome di John Wayne dall’aeroporto non va bene

Togliere il nome di John Wayne dall’aeroporto pare l’ultima battaglia dei liberali americani, che lo additano come omofobo e razzista.

Battaglie dietro battaglie, per quale obiettivo però non si sa. Adesso i liberali americani lanciano la crociata contro John Wayne e chiedono di toglierne il nome dall’aeroporto dell’Orange County.

Sanno tutti che era simpatizzante dell’ultra destra, razzista e omofobo, dicono i radical chic d’oltreoceano parlando per mezzo del Los Angeles Time. Ed è solo l’ultima trovata, dato che prima si erano accaniti contro la statua di Cristoforo Colombo e quella di Italo Balbo.

Per validare la loro posizione, i sostenitori della tesi Wayne-omofobo-razzista hanno deciso di riprendere un’intervista rilasciata dall’attore a Playboy nel 1971. In questa intervista Wayne diceva di credere nella supremazia bianca finché i neri non saranno educati ad un livello di responsabilità.

Inutile dire che l’intervista andrebbe riportata a un contesto diverso, ma niente: subito tutti a parlare di quanto sia inappropriato il nome dell’aeroporto, senza ricordare che il battesimo del luogo fu fatto nel 1979, quando supervisore era Thomas Riley, che aveva le stesse visioni conservatrici e repubblicane di Wayne.

E per quanto riguarda l’omofobia? Nell’intervista Wayne si pronunciava sul fatto che ifilm una volta venivano realizzati per tutta la famiglia. Ora gli studios se ne stanno uscendo con film come Midnight Cowboy. L’amore di quei due uomini in Midnight Cowboy, una storia su due froci, si qualifica da sola no?

Anche questa affermazione sarebbe da inquadrare in un contesto più ampio. Ma pare che da quell’orecchio, proprio, i liberal non ci sentano.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close