Santori, il portavoce delle Sardine: “Non mi hanno chiesto di candidarmi”

di VoceControCorrente

«Non mi hanno chiesto di candidarmi, non è tra le mie priorità».

A dirlo Mattia Santori, portavoce delle Sardine, in un’intervista all’emittente bolognese Radio Città del Capo: «Se me lo chiedessero? Dico di no, mi sono bastate due settimane di vita da simil-politico per capire che non è la mia strada», ha aggiunto.

Le Sardine puntano a portare in piazza a Roma il 14 dicembre 100mila persone. «Siamo sempre stati ambiziosi, è la nostra pecca – ha spiegato Santori – la Questura vorrebbe farci andare in piazza San Giovanni e questo complica le cose, perché è molto grande. Non temiamo i numeri, perché sappiamo che ci sarà una grande mobilitazione e sentiamo il vento che soffia nel Paese, ma è più un problema di permessi, costi e sicurezza».

LEGGI ANCHE: In Italia avanza il movimento delle Sardine. Chi sono?

Santori ha anche detto che sarà in piazza Maggiore a Bologna il 7 dicembre per la manifestazione di Stefano Bonaccini: «Personalmente ci andrò, perché sono curioso di vedere chi dovrebbe rappresentare l’alternativa alla Borgonzoni e a quella parte politica», precisando che «non siamo un movimento e ognuno sarà libero di fare quello che gli pare».

A Bologna, infine, le Sardine torneranno presto in strada: «Ci sarà un bis, molto bello e molto creativo, ci stiamo lavorando: c’è tanto da fare, ma non promettiamo le cose prima di averle bene in mente».

LEGGI ANCHE: Giuseppe Conte e Olivia Paladino sono tornati insieme.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati