Bioetica

Russia: la ‘guerra’ di un biologo per creare bambini geneticamente modificati

Uno scienziato russo dice punta a ‘creare’ più bambini geneticamente modificati, bypassando tutte le ultime raccomandazioni internazionali.

Si chiama Denis Rebrikov il biologo molecolare che vuole creare più bambini geneticamente modificati. Rebrikov lavora in un Centro di ricerca medica nazionale di Kulakov per l’ostetricia, la ginecologia e la perinatologia a Mosca.

Dall’interno del suo laboratorio lancia delle affermazioni allarmanti: sostiene di aver sviluppato un modo sicuro – e quindi accettabile – di creare neonati geneticamente modificati.

Rebrikov vuole creare bambini da embrioni il cui DNA sarebbe modificato per proteggere i bambini affetti dall’HIV. Avrebbe modificato un gene chiamato CCR5 per replicare una variazione naturale che protegge le persone dall’HIV.

Lo scienziato afferma che la sua ricerca ha dimostrato che è possibile apportare precisi cambiamenti genetici negli embrioni utilizzando la tecnica di modifica genetica CRISPR .

Sostiene anche di aver verificato la sicurezza confrontando il DNA degli embrioni modificati con il DNA non modificato delle coppie utilizzate per crearli.

Tuttavia, questo porterebbe a una serie di conseguenze inenarrabili. La modifica dei geni per la cura sarebbe solo la punta dell’iceberg. Sdoganare questo tipo di procedimenti significherebbe autorizzarne altri, mirati a intenti tutt’altro che lodevoli.

Per questo le dichiarazioni di Rebrikov hanno innescato una nuova tempesta internazionale, con la comunità scientifica che torna a sottolineare l’importanza di una moratoria globale sulla creazione di bambini geneticamente modificati.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close