Cronaca

Roma ‘controcorrente’: fallisce il gay village

Lo storico spazio dedicato al divertimento lgbt per quest’estate resterà chiuso, ecco perché.

Per quest’anno, niente “Gay village”. Lo storico spazio della città di Roma, dedicato alla movida “arcobaleno” è destinato a restare chiuso, almeno per l’estate appena iniziata. A dare la notizia è il quotidiano della Capitale “Il Tempo”, che ha approfondito la vicenda per comprendere anche i motivi che stanno dietro a quello che di fatto potremmo definire – a tutti gli effetti – un “fallimento”.

A dire la sua è stata una delle fondatrici e attivista lgbt Imma Battaglia. La storica esponente della sinistra capitolina ha affermato di essere lei stessa- in gran parte – la causa della mancata apertura di quest’anno: i suoi impegni, compresi quelli relativi all’unione civile celebrata nelle scorse settimane con l’attrice Eva Grimaldi, pare non le abbiano permesso di occuparsi del locale.

Ma le motivazioni di questo flop sarebbero ben altre. Oltre ad alcune problematiche dovute a “questioni di sicurezza”, gli organizzatori del “Gay village” pare navighino in cattive acque dal punto di vista economico. A pesare sulla situazione finanziaria anche il mancato sostegno finanziario del Comune e della Regione Lazio.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close