AmbienteLazio

Roma, 460 kg di rifiuti raccolti dalla barriera green del Tevere

Dopo il Po e l’Arno, le barriere green riscuotono successo anche a Fiumicino. I campioni di immondizia raccolti mostrano, però, che c’è ancora molta strada da fare in fatto di sensibilizzazione alla tutela ambientale.

Ha già raccolto 460 kg di rifiuti, impedendo che arrivassero al mare. La barriera green installata a fine ottobre presso il Tevere, all’altezza di Fiumicino, sembra svolgere egregiamente il proprio dovere, portando al successo la fase sperimentale e facendo ipotizzare una proroga.

Il sistema è semplice: due barriere in polietilene, rispettivamente di 4 e 6 metri, sono state poste vicino alla foce del fiume col compito di intercettare i rifiuti e accumularli in una zona di raccolta, dove vengono riversati in apposite ‘big bag’. Segue poi la seconda fase del procedimento, che prevede il trasporto dei rifiuti e il recupero della plastica  riciclabile

La Castalia Operation srl si è occupata della produzione del sistema, mentre la società incaricata delle operazioni di riciclo è Loas Italia per conto di Corepla (Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclo ed il Recupero degli Imballaggi in Plastica).

Non si tratta del primo caso di barriere green col doppio scopo di combattere l’inquinamento delle acque fluviali e marine e di incentivare il riciclo della plastica. Analoghe e fruttuose misure sono state attuate anche sul Po e sull’Arno. Data la buona riuscita dell’intervento sul Tevere, Cristiana Avenali, responsabile Piccoli comuni e Contratti di fiume della Regione Lazio, ha dichiarato l’obiettivo di utilizzare la diga anche per un tratto del fiume più vicino alla Capitale e sul fiume Aniene, che trasporta al mare una notevole quantità di rifiuti.

LEGGI ANCHE: Fare la spesa e proteggere l’ambiente? Si può, ecco come.

Su Facebook l’esultanza di Nicola Zingaretti: «Non mi stancherò mai di dirlo: non abbiamo un pianeta di riserva dove vivere! La lotta e l’impegno per l’ambiente riguarda tutte e tutti, lo dobbiamo fare per i nostri figli e per il nostro futuro. Nel Lazio stiamo sperimentando una grande innovazione sul Tevere: grazie alla diga green abbiamo tolto dal Fiume 500 kg di plastica e rifiuti in un mese. E non ci fermiamo qui ma andiamo avanti!»

Intanto, l’analisi condotta su un campione di 114 kg di rifiuti  mostra lo spaccato di un’Italia che, in fatto di riciclaggio e rispetto dell’ambiente, ha ancora tanto – tantissimo – da imparare: il 46, 27% è costituito da imballaggi, il resto dai più disparati oggetti che vanno dai seggiolini auto a giacche e sdraio.

Gina Lo Piparo

LEGGI ANCHE: Salvini insultato a Pescara, video.

Tag

Gina Lo Piparo

Laureata in Scienze dell'antichità, ama la natura, i viaggi, la poesia, l'arte, la scrittura e Dio, fonte di tutte queste cose. Missionaria, crede nei valori cristiani, che intende come uno stile di vita concreto, reale e rivoluzionario.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close