Rom in protesta a Montecitorio: “Italiani troppo razzisti”

di VoceControCorrente

Sit in, digiuno e meditazione davanti la Camera dei Deputati.

Una protesta per dire basta alla “violenza razzista degli italiani”. E’ questo il messaggio lanciato dalla rete Kethane- Rome e Sinti per l’Italia, che in queste ore sta realizzando un sit-in davanti palazzo Montecitorio. L’iniziativa sarà caratterizzata da un digiuno forzato e da momenti di disperazione.

A coordinare la manifestazione è l’attivista Dijana Pavlovic, che stamattina è intervenuta così ad Agorà, su Rai3: “Abbiamo iniziato lo sciopero per disobbedienza contro chi istiga crimini d’odio, cioè i politici e i media che diffondono una propaganda razzista. Siamo qua per invitare tutti gli italiani che si ritengono civili e alzare la voce insieme a noi”.

Ma secondo quanto riporta il giornale “Primato nazionale”, la stessa Pavlovic sarebbe moglie di Paolo Cagna Ninchi, presidente dell’associazione Upre Roma, che ha ricevuto 26.100 dollari da Open Society di George Soros per “stimolare il voto della minoranza Rom”. 25.000 dollari sono andati per scopi analoghi alla Fondazione Romani Italia.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati