Esteri

Ricordare l’eroina cristiana uccisa dall’Olocausto

Allo scoppio della seconda guerra mondiale, ha nascosto e soccorso in Ungheria delle ragazze ebree. La missionaria scozzese Jane Mathison Haining oggi è considerata un’eroina nazionale.

«Se questi bambini – scriveva Haining – hanno bisogno di me nei giorni di sole, quanto più hanno bisogno di me nei giorni di oscurità».

Haining gestiva una casa di ragazze alla Jewish Mission School di Budapest. Proprio in questa struttura, riuscì a nascondere per quattro anni le giovani donne ebree.

Nel maggio del 1944 fu mandata nel campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, dove morì tre mesi dopo.

IL RICORDO DEI LEADER POLITICI

«Non si è fatta da parte – ha sottolineato Joan McAlpine, parlamentare del Partito Nazionale Scozzese ma invece ha difeso gli altri e ha pagato il prezzo finale. È giunto il momento di ricordarla come merita. Tutta la nazione si ricordi del suo esempio».

«È nostra responsabilità – ha aggiunto Ross Greer del Partito Verde Scozzese – non dimenticare e non smettere mai di raccontare queste storie».

Haining è stata dichiarata ufficialmente eroina britannica dell’Olocausto nel 2010 e recentemente alcuni pittori si sono ispirati a lei, dedicandole delle opere esposte presso la sede del Consiglio Comunale di Glasgow.

Gabriele Giovanni Vernengo

 

Tag

Gabriele Giovanni Vernengo

Classe 94', amante della cultura e dell'arte. Fermo nei propri valori e nella sua fede cristiana, porta avanti il proprio talento tramite la poesia e il giornalismo, definite da lui stesso come «missioni» e/o « vocazioni».

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close