CronacaIn evidenza

Coronavirus, allarme rianimazioni al Sud: “In meno di un mese posti letto insufficienti”

Il presidente dell'Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri italiani lancia l'allarme all'Ansa

“Se l’andamento dei casi di infezione da SarsCov2 continuerà con i ritmi ed i numeri attuali, e senza misure di ulteriore contenimento, stimiamo che in meno di un mese le terapie intensive al Centro-Sud, soprattutto in Lazio e Campania, potranno andare in sofferenza in termini di posti letto disponibili“.

Lo afferma all’ANSA il presidente dell’Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri italiani (Aaroi-Emac), Alessandro Vergallo, commentando l’attuale andamento della pandemia in Italia.

“Siamo molto preoccupati per le Regioni meridionali – sottolinea – dove rileviamo una maggiore impreparazione a far fronte ad un eventuale peggioramento della situazione”.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close