In evidenzaPolitica

Referendum, Fraccaro: “Un Sì che apre le porte a un’importante stagione di riforme”

Le dichiarazioni del sottosegretario alla presidenza del Consiglio alla Stampa.

61.622 sezioni, 17.168.498 voti per il Sì (69,64%), 7.484.940 per il No (30,36%). Questi i numeri relativi al Referendum confermativo del 20-21 settembre visibili sul sito del ministero dell’Interno. I votanti sono stati 24.993.020, pari al 53,84% dei 46.418.749 degli aventi diritto. Le schede nulle erano 128.397, le bianche 210.862. Le schede contestate sono state invece 323. Lo scrutinio si è concluso poco dopo l’1.40.

«Hanno raccontato per anni che il Movimento fosse il partito del No, invece grazie a noi il popolo italiano vota e vince il Sì. È la dimostrazione che portiamo proposte per costruire, non per disfare. Questo è un Sì che apre le porte a un’importante stagione di riforme», ha dichiarato in un’intervista alla Stampa il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro, ex ministro per le Riforme ai tempi del governo Conte I.

«A chi ha votato strumentalmente, per attaccare il governo o il M5S, dico che non condivido questo atteggiamento – continua Fraccaro -. A chi invece aveva timori legati al ruolo del Parlamento, dico che lavoreremo per dimostrare che questa riforma lo rafforzerà, anche attraverso le riforme, come quella per introdurre la sfiducia costruttiva, di cui stiamo discutendo con il Pd».

Quanto alla legge elettorale, Fraccaro asserisce: «È la prima riforma da portare a termine. Il punto di incontro con le forze di maggioranza sulla soglia di sbarramento era al 5%, se poi qualche partito ha cambiato idea ne prendiamo atto. Nessuno però ha mai chiesto di toccarla. Sulla base di questo testo, noi vorremmo invece inserire le preferenze».

LEGGI ANCHE: Positivi da Biagio Conte, Francesca Donato (Lega): “A rischio 700 persone e al porto di Palermo arrivano 275 clandestini respinti”

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close