Economia

Reddito di cittadinanza in ritardo: i primi pagamenti arriveranno a maggio

Lo aspetteranno circa 2,8 milioni di persone, ma il reddito di cittadinanza è in ritardo: i primi versamenti arriveranno a maggio.

Il vicepremier Luigi Di Maio aveva garantito che i bonifici sarebbero partiti il 27 aprile, invece no: il reddito di cittadinanza è in ritardo. I primi versamenti arriveranno nel mese di maggio, se non addirittura oltre.

Dal ministero del Lavoro fanno infatti sapere che ancora non tutto è stato messo a punto. L’unica cosa certa è che come stabilito, l’Inps trasmetterà a Poste Italiane il flusso degli ordinativi di accreditamento sulle carte elettroniche entro il 15 aprile.

In questa stessa data, coloro che hanno inviato le domande inviate a marzo riceveranno risposta sulla validità della richiesta. Poi toccherà a Poste Italiane gestire il meccanismo di erogazione e calendarizzare la procedura relativa alle liquidazioni e sulle tempistiche è ancora tutto da decidere.

L’emissione del denaro partirà dopo la comunicazione di Poste Italiane al ministero del Lavoro. A quel punto da via Fornovo partiranno gli sms ai beneficiari con le informazioni relative al luogo e ai giorni in cui ritirare la card.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close