Cronaca

Quattro volte all’ospedale, sempre rimandata a casa: muore a 28 anni

Ennesimo caso di malasanità a Pistoia: una 28enne muore dopo essere stata rimandata a casa dall’ospedale per quattro volte.

È quasi una storia già sentita, di malasanità e irresponsabilità. Ed è una storia che fa sempre male, perché finisce sempre con la morte di qualcuno che avrebbe potuto essere salvato. Una 28enne di Pistoia è stata rimandata a casa dall’ospedale per quattro volte.

Si chiamava Cristiana Capecchi, ed è deceduta domenica scorsa. La donna, era ricorsa alla guardia medica e al medico di famiglia e si era recata anche quattro volte all’ospedale San Jacopo. Era però sempre stata mandata indietro.

La giovane non stava bene da oltre 20 giorni e domenica, alle 20.30, è stata trasportata al dea di Pistoia in arresto cardiaco. Le manovre di rianimazione non sono state sufficienti. Gli operatori hanno provato a fare di tutto, ma ne hanno solo potuto constatare il decesso.

Ora si è aperta un’inchiesta dell’Asl Toscana Centro e non è escluso che anche la procura possa intervenire aprendo un fascicolo.

 

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close