Cultura & Scienze

Quanto dura una predicazione cristiana? Le più brevi sono quelle cattoliche

Uno studio ha classificato le predicazioni delle diverse confessioni cristiane in base alla lunghezza dei loro sermoni e delle parole più usate dai predicatori.

Negli Stati Uniti vengono praticate diverse confessioni del Cristianesimo. Ciascuna ha un modo proprio di manifestare la propria devozione. Ad esempio, tra i sermoni tenuti dalle chiese protestanti afro-americane e le omelie cattoliche vi sono molte differenze. Una di queste riguarda la durata della predicazione. Mediamente, infatti, le predicazioni protestanti durano il quadruplo di quelle cattoliche, pur avendo la stessa quantità di parole.

UNA RICERCA DETTAGLIATA

Una dettagliata analisi è stata realizzata dalla Pew Research Center (agenzia di statisca statunitense che esamina i fenomeni sociali). Sono state prese in esame 9.719 predicazione pronunciate tra aprile e maggio scorsi e che sono state condivise online da 6.431 chiese. I sermoni esamati provengono da 2.156 congregazioni evangeliche, 1.367 congregazioni protestanti, 422 parrocchie cattoliche e 278 congregazioni protestanti storicamente nere.

Le prediche delle altre confessioni, invece, non possono essere classificate in modo analitico e certo. Nella ricerca non sono stati presi in considerazione le prediche pronunciate nelle sinagoghe, nelle mosche e nelle altre confessioni crisitane.

«Un tentativo di catalogare e analizzare con attenzione i sermoni religiosi americani». Così, Pew ha descritto la sua ricerca.
Secondo Pew, la lunghezza mediana dei sermoni è di 37 minuti. I sermoni cattolici sono i più brevi, con una mediana di soli 14 minuti, rispetto ai 25 minuti per i sermoni nelle principali congregazioni protestanti e 39 minuti nelle comunità evangeliche. Storicamente, nelle chiese protestanti afroamericane vengono fatti i sermoni più lunghi, con una mediana di 54 minuti.

Una possibile spiegazione del fenomeno potrebbe essere la presenza di interventi musicali che vengono cantati durante le predicazioni dei pastori afroamericani. La questione riguardante la durata di una predicazione ha posto dei quesiti a diversi pastori.

«Quanto deve durare una predicazione?- ha detto Hershael York, insegnanante di predicazione cristiana al Seminario teologico battista del sud – Oggi, dopo 35 anni di ministero, posso rispondere a questa domanda: si può predicare fino a quando si riesce ad attirare l’attenzione dei fedeli».

«Se mi guardo intorno – ha continuto Hershael York – ci sono centinaia, forse migliaia di chiese in crescita in cui predicano pastori ricchi, innamorati di Cristo, centrati su Dio, gradi conoscitori della Bibbia e fermi nella Parola di Dio, intellettualmente stimolanti ed emotivamente commoventi. In meno di un’ora, loro riescono a convertire molte persone e quasi a nessuno pesa il fatto che la predicazione sia troppo lunga».

Il ricercatore e scrittore Chris Colvin aiuta i pastori nella preparazione del sermone ed evidenzia che il Discorso della Montagna, uno degli episodi più significati descritti nella Bibbia, può essere letto ad alta voce in meno di 15 minuti.

LEGGI ANCHE: Ilaria D’Amico: “Mia madre aveva deciso di abortire”.

L’IMPORTANTE SELEZIONE DELLE PAROLE

Dall’analisi di Pew emergono anche dati curiosi riguardanti l’uso di alcune parole specifiche usate dalle diverse confessioni cristiane.

La parola «Alleluia» era riportata nel 22% dei sermoni delle chiese protestanti nere. E, proprio queste chiese quelle congregazioni avevano una probabilità otto volte maggiore rispetto alle altre comunità di altre di ascoltare quella parola.

Nei sermoni delle chiese evangeliche la possibilità di ascoltare l’espressione «Inferno eterno» si quadruplicava.

                                                                                                                                            Gabriele Giovanni Vernengo

LEGGI ANCHE: Delitto Yara Gambirasio, nuove indagini su Bossetti?

Tag

Gabriele Giovanni Vernengo

Classe 94', amante della cultura e dell'arte. Fermo nei propri valori e nella sua fede cristiana, porta avanti il proprio talento tramite la poesia e il giornalismo, definite da lui stesso come «missioni» e/o « vocazioni».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close