Puglia, scontro tra il mondo lgbt e il governatore Emiliano

di VoceControCorrente

Agli attivisti pro gay non basta il patrocinio della regione al Bari pride.

“Ha fatto troppo poco. Il mondo lgbt della Puglia si schiera contro il governatore della Regione Michele Emiliano. La polemica è nata nelle ultime settimane, nell’ambito dell’organizzazione del Bari pride, in programma per il prossimo 29 giugno nel capoluogo pugliese.
Dopo aver richiesto il patrocinio per la parata al governo regionale (concesso dallo stesso Emiliano), il presidente è finito nel mirino della comunità gay, lesbica, bisessuale e transessuale per un altro motivo: la Regione non avrebbe ancora calendarizzato in aula il ddl relativo alla legge sull’omofobia.

Per tutta risposta, quindi, le organizzazioni “arcobaleno” hanno deciso di rifiutare il patrocinio della regione, precedentemente richiesto. Un tira e molla in cui è entrato a gamba tesa anche il governatore, quasi a scusarsi per la mancanza delle istituzioni.

Sono al fianco della comunità lgbt – ha dichiarato Emiliano, attraverso un comunicato ufficiale -. Con la Giunta abbiamo dato un indirizzo politico al provvedimento, ma il passaggio dall’aula resta inevitabile. Non perdo occasione (l’ultima in ordine di tempo pochi giorni fa nel corso dell’evento Mano a mano) per richiamare l’attenzione pubblica sull’importanza di questa legge. E non si contano le volte che ho dialogato con i consiglieri regionali, anche alla presenza delle associazioni delle famiglie, per spiegare e difendere le nostre ragioni. Continuerò a fare questo lavoro di dialogo e di inclusione finché non otterremo il risultato, come ho sempre fatto ogni volta che ho preso un impegno con la comunità”.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati