Esteri

Progettava attentati contro i cristiani, ergastolo per convertita all’Islam

È stata condannata all'ergastolo Michelle Ramsden, fanatica britannica di 36 anni.

È stata condannata all’ergastolo, ma con diritto alla libertà condizionata dopo 14 anni di reclusione, per Michelle Ramsden, fanatica simpatizzante britannica 36enne dell’Isis convertita all’islam con il nome di Safiyya Amira Shaikh arrestata l’anno scorso dopo aver rivelato in una chat online a un agente di polizia sotto copertura il desiderio di compiere attentati sanguinosi in chiese e hotel di Londra.

La donna, originaria del Middlesex inglese, s’era dichiarata colpevole a febbraio di fronte alla corte londinese di Old Bailey di aver pianificato attacchi terroristici contro obiettivi come la cattedrale anglicana di St Paul o un albergo, oltre che di aver diffuso sul web materiale di propaganda jihadista e preparato prima dell’arresto una sorta di giuramento di fedelta’ al cosiddetto Stato Islamico.

Secondo l’accusa, aveva rivendicato su Telegram di volere «uccidere fino alla morte, uccidere tanto»; e di ambire a trasformare davvero le sue «minacce in realtà», progettando in particolare di colpire una chiesa «a Natale o a Pasqua»: quando «c’è più gente».

LEGGI ANCHE: Madre e figlia di 5 anni uccise in Bangladesh perché cristiane.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close