Gender

Prima coppia LGBT nel cartone animato Clifford Il Grande Cane Rosso

La serie animata Clifford Il Grande Cane Rosso (Clifford the Big Red Dog) ha un nuovo personaggio LGBT: una delle amiche di Emily Elizabeth, infatti, ha portato a cena le sue due mamme.

La serie, basata su un popolare personaggio di un libro scolastico, segue le gesta di una bambina di nome Emily Elizabeth e del suo gigantesco cane rosso, Clifford, che ha le dimensioni di una casa.

L’anno scorso la serie è finita nell’ambito di Amazon Prime con nuove animazioni e nuove voci. Ed è in questa fase che sono stati introdotti due personaggi lesbici, anche se potrebbe non essere ovvio per molti bambini.

Nell’episodio in questione, The Big Red Tomato / Dogbot, Emily Elizabeth organizza una cena all’aperto per la sua amica Samantha. Quando la cena comincia, Samantha si avvicina con le sue due mamme.

«Non vuoi unirti a noi?», chiede Emily Elizabeth. «Sarebbe un piacere», risponde una delle donne. «Oooh, qualcosa ha un profumo delizioso!». Samantha e le due donne poi si siedono a tavola per cenare con Emily Elizabeth e la madre mentre Clifford le guarda.

Le due mamme non vengono identificate all’interno dell’episodio ma nei di titoli di coda di parla di Dr. Mulberry e Ms. Gelso. In altri episodi, Samantha chiama ciascuna delle donne «Mamma». Nell’episodio intitolato The Birdwell Island Blues / The Big Red World, chiama la dottoressa Mulberry «Mamma», e in Making Lemonade Out of Lemons / The Watering Hole, chiama la signora Mulberry «Mom», ovvero il nomignolo che sta per mamma.

Clifford Il Grande Cane Rosso è la seconda serie di PBS Kids con un personaggio LGBT. L’anno scorso, nella serie Arthur c’è stato il matrimonio tra il maestro della scuola del personaggio principale, Mr. Ratburn, e un altro uomo. È stato il primo matrimonio gay nella storia di PBS Kids.

Di recente One Million Moms ha lanciato una petizione contro PBS Kids che ha raccolto oltre 16mila firme.

LEGGI ANCHE: Deputata inglese: “I bambini nascono senza sesso biologico”.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close