LombardiaStorie

Prete si barrica in casa perché la Diocesi vuole trasferirlo

È successo a Castelletto di Leno (Brescia).

Stamattina, lunedì 18 maggio, a Castelletto di Leno, frazione del comune di Leno (Brescia), don Gianluca Loda si è barricato in casa.

Il sacerdote è noto per molti comportamenti che non sono piaciuti alla Diocesi a tal punto da richiederne il trasferimento ed è questo il motivo della sua protesta.

Infatti, don Gianluca Loda in passato si è reso protagonista di dichiarazioni sull’Islam (ha lanciato invettive contro la religione di Maometto), contro il Governo e i vertici ecclestici. Inoltre, ha anche partecipato a un pranzo in piazza durante le ordinanze anti – Covid 19, insieme a un gruppo di operai, che gli è costata anche una multa da 400 euro.

In parrocchia si sono presentati carabinieri, polizia locale, vigili del fuoco e ambulanza, come riporta l’Agi. Il sacerdote non avrebbe aperto la porta nonostante i numerosi tentativi di contattarlo, così i parrocchiani avrebbero avvisato le autorità allarmati per la sua salute.

I vigili del fuoco hanno forzato una finestra per entrare nell’abitazione del prete che è uscito dopo alcuni minuti, accompagnato in ospedale per gli accertamenti del caso.

LEGGI ANCHE: Primo caffè dopo il lockdown, cliente lascia 50 euro alla cassiera del bar.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close