CronacaSicilia

Presunti abusi edilizi, sequestrata la palestra Virgin a Palermo

Al momento della ristrutturazione dell'immobile non sarebbe stata richiesta la concessione edilizia né pagati gli oneri di urbanizzazione

Sequestrata per presunti abusi edilizi la sede della palestra Virgin a Palermo. La polizia municipale ha messo i sigilli alla struttura di tre piani, sita in Via Gioacchino Ventura 11, che comprende sauna, piscina e centro benessere. Il provvedimento è stato disposto dal gip Fabio Pilato su richiesta della Procura.

Palermo, presunti abusi edilizi alla palestra Virgin

Secondo l’accusa, nella ristrutturazione dell’immobile sarebbe stata aumentata la superficie utile dell’edificio senza richiedere la concessione edilizia e senza procedere al pagamento di 60mila euro di oneri di urbanizzazione.

Il fatto avrebbe anche messo a rischio l’incolumità del personale e dei clienti della palestra, dal momento che le indagini hanno accertato anche “criticità su calcoli strutturali” che metterebbero a serio rischio la staticità dell’edificio. La struttura non rispetterebbe gli standard anti sismici né sarebbe adeguata a supportare il carico delle nuove parti edificate.

Presunti abusi edilizi, coinvolti funzionari di pubblica amministrazione

L’indagine, coordinata dalla Procura, è stata condotta dalla Polizia municipale attraverso le unità di Polizia Edilizia e Polizia giudiziaria. Implicati anche funzionari di pubblica amministrazione che avrebbero ritenuto legittima la dichiarazione di inizio lavori e non avrebbero preteso la concessione.

Oltre all’apposizione dei sigilli all’edificio, i conti bancari della società proprietaria dell’immobile sono stati sequestrati per 60 mila euro, ossia per l’equivalente dell’omesso versamento degli oneri concessori..

Virgin Active Italia, le dichiarazioni

Virgin Active Italia ha comunicato di avere “un contratto di locazione “chiavi in mano” con la proprietà dell’immobile e quindi si dichiara totalmente estranea ai fatti”. L’azienda ha aggiunto anche che provvederà a tutelare la sua immagine nelle sedi opportune. A tutela dei soci, sono stati intanto sospesi momentaneamente gli abbonamenti.

Amministrazione comunale parte civile nel procedimento

“Esprimiamo il nostro apprezzamento alla Polizia municipale per le attività di indagine svolte sotto il coordinamento della Procura per l’operazione volta al contrasto di illeciti amministrativi e abusi edilizi – hanno dichiarato il sindaco Leoluca Orlando e il vicesindaco Fabio Giambrone -. Questi ultimi avrebbero messo a rischio la sicurezza di coloro che frequentano la struttura. Ancora una volta il lavoro di attenzione contro chi crede di vivere in zone franche della città ha prodotto dei risultati eccellenti. L’amministrazione comunale intende costituirsi parte civile nel procedimento”.

 

Tag

Gina Lo Piparo

Laureata in Scienze dell'antichità, ama la natura, i viaggi, la poesia, l'arte, la scrittura e Dio, fonte di tutte queste cose. Missionaria, crede nei valori cristiani, che intende come uno stile di vita concreto, reale e rivoluzionario.

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close