Esteri

Poliziotto eroe salva la vita a un neonato: il bimbo non respirava più

Il suo intervento è stato provvidenziale.

Si parla ancora di uomini in divisa sui giornali. Questa volta però, la storia è a lieto fine e vede protagonisti un agente di polizia e un neonato. Grazie a un intervento del tutto provvidenziale, il primo è riuscito a salvare la vita al secondo.

E’ successo nella città americana di Sandusky, in Ohio. Al piccolo, nato prematuro a 34 settimane, era stato diagnosticato l’emofilo dell’influenza ed era stato dimesso da poco dal reparto di terapia intensiva neonatale dell’ospedale. Mentre il bambino si trovava in casa con la mamma Kayla si è sentito male tanto da non respirare più. La madre, in preda al panico ha chiamato il Dipartimento di Polizia. In poco tempo, alla casa della famiglia si è presentato l’agente Evan Estep, che nonostante la gravità della situazione, non si è fatto prendere dal panico.

Il poliziotto ha praticato la manovra di rianimazione cardiopolmonare – dopo poco – il piccolo ha ricominciato a respirare regolarmente. L’intervento dell’agente di Polizia ha fatto in modo che il bambino sopravvivesse nell’attesa dell’intervento dei sanitari.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close