Storie

Poliziotto colpito alla testa da uno sparo: “È vivo, un miracolo”

Kaleb Hurley, pastore del Minnesota (negli Stati Uniti d’America) sta chiedendo continue preghiere per Arik Matson, il 32enne, agente di polizia, ufficiale che presta servizio nella città di Waseca e che lo scorso 6 gennaio è stato colpito alla testa da uno sparo.

Il militare, seppur ancora ricoverato in condizioni critiche al North Memorial Health Hospital di Robbinsdale, comincia a dare i primi lievi segnali di guarigione, come riporta anche il sito Bibliotado Noticias. Il pastore ha comunicato tramite un video che l’ufficiale ha risposto alle domande alzando il pollice. Il proiettile è stato estratto dall’orecchio destro. Durante l’intervento sono stati rimossi alcuni  frammenti ossei e una parte di cervello. Il militare ha trascorso qualche giorno in terapia intensiva.

«La via della guarigione per Arik ha è ancora in salita – ha detto Hurley – Ma è vivo e questo è già un miracolo. Vogliamo continuare a chiedere a Dio di preservare la sua vitaaffinché Arik possa ritornare ad avere una vita più che soddisfacente». L’emittente televisiva americana KSFY ha riferito che Matson è stato gravemente ferito mentre, insieme ad altri tre ufficiali, era impegnato nell’arresto di una persona sospetta che vagava per le vie della città a 70 miglia a sud di Minneapolis.

L’ARRESTO DEL SOSPETTATO

Dopo una lunga e complessa operazione, una persona da tempo pedinata dai militari, è stata arrestata e identificata. Si tratta di Tyler Janovsky, 37enne, considerato dalle forze dell’ordine un soggetto pericoloso, accusato di tre tentativi di omicidi e di detenzione abusiva di un’arma da fuoco.

LEGGI ANCHE: In Brasile: “Abbiamo visto la mano di Dio”.

Il poliziotto e la sua famiglia.

UNA RACCOLTA FONDI PER AIUTARE LA FAMIGLIA DI ARIK

Per aiutare la moglie e le due figlie di Matson a sostenere le spese mediche, Il pastore Hurley ha creato una raccolta fondi attraverso la piattaforma online «GoFundMe». Fino a pochi giorni fa, si è riusciti a raccogliere 170mila dollari. La cifra da raggiugere? Almeno 250mila dollari.

UN UOMO SEMPRE IMPEGNATO NEL SOCIALE

Secondo quanto riferito dall’emittente televisiva statunitense CBS, Arik Matson, in passato ha fatto parte degli SWAT ed è stato anche consigliere comunale e pompiere volontario.

LE PAROLE DELLA MOGLIE

La moglie del militare, Nicole Matson, ha scritto che Arik, con l’aiuto dei fisioterapisti, è in grado di sedersi e sdraiarsi. Arik ha subito anche una tracheostomia , intervento chirurgico che consiste nell’incisione sotto le corde vocali e il posizionamento di un che prevede l’installazione di un tubo situato  sotto la trachea, indispensabile per la respirazione artificiale. «Già comincia a respirare da solo – ha riferito Nicole – utilizzando il ventilatore solo non ce la faccio più».

Gabriele Giovanni Vernengo

LEGGI ANCHE: Cosa succede se mangi troppi dolci?

Tag

Gabriele Giovanni Vernengo

Classe 94', amante della cultura e dell'arte. Fermo nei propri valori e nella sua fede cristiana, porta avanti il proprio talento tramite la poesia e il giornalismo, definite da lui stesso come «missioni» e/o « vocazioni».

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close