Cronaca

Poliziotti uccisi a Trieste, il questore: “Pochi giorni fa avevano sventato un tentato suicidio”

Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, i due poliziotti uccisi venerdì scorso in questura a Trieste, avevano sventato una decina di giorni fa un tentativo di suicidio da parte di un giovane.

Lo ha ricordato Giuseppe Petronzi, questore di Trieste, intervistato dai giornalisti.

«Una decina di giorni fa i ragazzi hanno sventato il suicidio di un giovane – ha raccontato il questore – e questo a testimonianza della loro capacità sia operativa sia della loro cifra umana, perché relazionarsi con una persona in una situazione talmente critica e disperata denota quelle che erano le loro caratteristiche: dei grandi uomini e dei grandi poliziotti».

«Ci fa piacere dirlo – ha detto Petronzi – per omaggiare il loro senso del dovere, la loro dedizione e la loro capacità professionale».

Poi, parlando dell’agente che ha bloccato il 29enne dominicano, ha affermato: «Credo che il nostro lavoro sia fatto di tanti gesti singoli che messi insieme producono la sicurezza. Sicuramente il nostro agente è stato molto bravo dal punto di vista operativo. Ma in questo momento voglio sottolineare l’attività che nel quotidiano, silenziosamente, fanno i nostri ragazzi e che stavano facendo i due ragazzi che sono morti».

Leggi anche: Poliziotti uccisi a Trieste, parla la madre dell’omicida.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close