Playboy lgbt: le orecchie da coniglietta contro le terapie di conversione

di VoceControCorrente

Ancora propaganda lgbt: le orecchie da coniglietta di Playboy diventano “simbolo” della lotta alla terapia di conversione.

Da sempre Playboy è stato sinonimo di istinti controversi. Adesso però sta anche seguendo la propaganda lgbt: le nuove versioni delle iconiche orecchie da coniglietta hanno lo scopo di sostenere le comunità omosessuali.

Per la precisione, una versione in particolare è stata commissionata a sette artisti queer di Playboy: Seth Bogart, Winston Elliott, C. Finley, Sarah Maxwell, Nina Palomba, Favianna Rodriguez e Loveis Weiss.

Questi hanno creato pezzi colorati e celebrativi per la nuova campagna di Playboy, “Pride Is Good”, che sta raccogliendo fondi e consapevolezza per 50 Bills 50 States, che si oppone alle terapie di conversione cristiana.

Le orecchie da coniglio dell’artista Seth Bogart. (Playboy)
Le orecchie da coniglio dell’artista Seth Bogart. (Playboy)
PinkNews Daily LGBT + Newsletter
Your email address

Iscriviti per ricevere una carrellata giornaliera delle principali notizie LGBT + di tutto il mondo

Le orecchie da coniglio firmate da Playboy sono state reinventate da sette artisti queer per sostenere la lotta del Trevor Project contro la cosiddetta terapia di conversione.

Le nuove versioni delle iconiche orecchie da coniglio fanno parte della lunga eredità di Playboy nel sostenere i diritti dei gay.

I sette artisti queer commissionati da Playboy – Seth Bogart, Winston Elliott, C. Finley, Sarah Maxwell, Nina Palomba, Favianna Rodriguez e Loveis Weiss – hanno creato pezzi colorati e celebrativi per la nuova campagna di Playboy, Pride Is Good.

La nuova campagna di Playboy: Pride Is Good
La campagna Pride Is Good sta raccogliendo fondi e consapevolezza per 50 Bills 50 States, un’iniziativa di The Trevor Project, un’organizzazione che sostiene LGBT + youth.

50 fatture In 50 stati lavora negli Stati Uniti per proteggere i giovani LGBT + dall’essere sottoposti a terapia di conversione. Il cento per cento dei profitti delle nuove orecchie da coniglio di Playboy andranno all’iniziativa.

“La missione principale di Playboy – ha dichiarato Rachel Webber, responsabile marketing di Playboy – è sostenere l’idea che a tutti, indipendentemente dal loro genere, orientamento sessuale, razza o religione, dovrebbe essere permesso di perseguire il piacere, libero da giudizi e restrizioni”.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati