Cronaca

Per due anni ha nascosto il cadavere della madre in cantina per intascarsi la pensione

È successo in Germania, a Berlino. Ora l’uomo si difende: «Mia mamma voleva così».

(di Redazione) A Berlino un uomo di 57 anni, di nome Uwe, ha nascosto in cantina per due anni e mezzo la mamma morta, mentre continuava a percepirne la pensione.

Lo racconta il tabloid Bild in edicola oggi. «Mia mamma voleva così. Ho solo seguito le sue ultime volontà», si è giustificato il figlio inabile al lavoro e titolare di un sussidio di assistenza.

«In questo modo ho potuto mantenere il mio standard di vita», ha continuato l’uomo, che per oltre due anni ha continuato a ritirare i 1470 euro di pensione al mese della mamma e a continuare in questo modo a pagare l’affitto e le spese della casa di 65 mq.

Alla morte dell’anziana signora di 82 anni per cause naturali, Uwe ha costruito una bara con assi di legno e l’ha portata in cantina, senza che i vicini si accorgessero di nulla. L’orrore è venuto alla luce dopo che un’accesa lite tra Uwe e un conoscente ha causato l’arrivo in casa della polizia.

Accertato che nell’appartamento fosse registrata la vecchia mamma, di cui però non si trovavano tracce, i funzionari hanno cominciato le ricerche che si sono concluse in cantina. La scientifica ha lavorato a lungo sul posto. Il corpo della mamma, era ormai ridotto a uno scheletro.

L’autopsia – ha evidenziato Giovanni D’Agata, presidente dello ‘Sportello dei Diritti’ che ha diffuso in Italia la notizia – ha confermato che l’anziana signora è morta per cause naturali. Sconvolti i vicini di casa che non potevano immaginare l’orrore nascosto tra quelle mura.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close