Economia

Pensioni: pagamenti anticipati per l’emergenza Coronavirus

Annunciate le misure per evitare assembramenti negli uffici postali.

Pagamento anticipato delle pensioni per evitare pericolosi assembramenti: è quanto avverrà per i mesi di aprile, maggio e giugno secondo quanto annunciato in conferenza stampa da Angelo Borrelli.

«Ho firmato un’ordinanza per il pagamento anticipato delle pensioni, che avverrà dal 26 al 31 marzo e così accadrà per aprile e i mesi successivi», ha dichiarato il capo della Protezione civile facendo il punto  sull’emergenza coronavirus.

Il pagamento dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili non sarà solamente anticipato, ma verrà anche suddiviso in più giorni in modo tale da evitare che folle si accalchino presso gli uffici postali.
Il calendario stilato, dunque, prevede che la mensilità di aprile sia erogata dal 26 al 31 marzo, quella di maggio dal 27 al 30 aprile, quella di giugno dal 20 al 30 maggio. Naturalmente questi scaglioni saranno ulteriormente suddivisi sulla base delle iniziali del cognome del titolare della prestazione, procedendo in ordine alfabetico.
La misura nasce dall’ordinanza della Presidenza del Consiglio dei ministri – spiega l’Inps – emanata il 19 marzo. Lo scopo è quello di consentire un sicuro accesso agli uffici postali in linea con le misure di contenimento della diffusione del Covid-19.
Gina Lo Piparo
Tag

Gina Lo Piparo

Laureata in Scienze dell'antichità, ama la natura, i viaggi, la poesia, l'arte, la scrittura e Dio, fonte di tutte queste cose. Missionaria, crede nei valori cristiani, che intende come uno stile di vita concreto, reale e rivoluzionario.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close