Cronaca

Pedofilia, nuove accuse per Michael Jackson: si riesumerà il cadavere

Nuove pesanti accuse di pedofilia per Michael Jackson: il cadavere potrebbe essere riesumato.

Si chiama “Leaving Neverland” il documentario che muove nuovi pesanti accuse di pedofilia nei confronti di Michael Jackson. Presentato al Sundance Festival, potrebbe portare alla riesumazione del cadavere del cantante.

“Leaving Neverland” è stato infatti definito devastante perché i protagonisti sono Wade Robson e Jimmy Safechuck. Robson e Safechuck sono due presunte vittime del cantante. E la loro presenza (e testimonianza) ha reso il docufilm crudo ed esplicito.

Non si parla solo delle violenze commesse dalla popstar. Nel documentario i due ex-bimbi descrivono Jackson come un manipolatore, in grado di convincere le famiglie a credere nella sua buona fede.

Erano proprio i genitori delle due presunte vittime più note, che ai tempi avevano 7 e 11 anni, ad avere massima fiducia in Jackson. Come mai? Perché si ritrovarono colpiti dal fascino e dall’insistenza di Jackson, oltre che intimoriti dalla sua celebrità.

Robson e Safechuck raccontano di aver visto video porno ed essere stati costretti a masturbazione e sesso orale. Sostengono questa tesi anche se nel corso del processo che fu intentato contro il cantante ancora in vita, negarono ogni accusa di pedofilia.

Il documentario ha comunque scoperchiato un vaso di Pandora: ci sarebbero altre 11 persone in grado di dimostrare violenze sessuali quando avevano tra i 7 e 14 anni. Per questo potrebbe essere necessario riesumare il corpo di Jackson, al fine di prelevare campioni di dna.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close