Esteri

Parlamento europeo condanna la violenza anti cristiana in Burkina Faso

Il 19 dicembre scorso il Parlamento europeo ha adottato tre risoluzioni sulla situazione dei diritti umani in Burkina Faso, Russia e Afghanistan.

Per quanto riguarda il primo Paese, i deputati hanno condannato «in particolare gli atti di violenza contro determinate comunità religiose» e «la persecuzione dei cristiani e di altre minoranze religiose».

Come riportato su Evangeliques.info, dal 2015 jihadisti e altri gruppi armati che hanno operato precedentemente nel vicino Mali hanno terrorizzato la popolazione del Burkinabé e compiuto attacchi contro i simboli dello Stato (obiettivi militari, scuole, cliniche).

Nel 2019 60 hanno perso la vita in vari attacchi, tra cui quello di una chiesa protestante a Hantoukoura, il 1° dicembre scorso.

«Il Parlamento è preoccupato per il deterioramento della situazione in Burkina Faso e le sue implicazioni geopolitiche internazionali. Sottolinea che è indispensabile che l’Unione continui a fornire aiuto politico e sicurezza agli sforzi compiuti nella regione dal G5 sotto la guida del Sahel», ha concluso la risoluzione.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close