Cronaca

Papa a piedi in via del Corso: la visita privata per pregare contro il Coronavirus

Il gesto del Pontefice della Chiesa Cattolica ha fatto il giro del mondo.

Ieri, domenica 15 marzo, papa Francesco si è recato a sorpresa in due chiese romane dal forte significato simbolico: San Marcello al Corso e Santa Maria Maggiore. La prima ospita tra le sue mura il crocifisso che, secondo la tradizione cattolica, avrebbe fermato la pestilenza a Roma nel 1522; nella basilica di Santa Maria Maggiore, invece, il Papa si è fermato davanti all’immagine della Salus populi romani, che avrebbe evitato i bombardamenti ai tempi della guerra.

«Con la sua preghiera, il Santo Padre ha invocato la fine della pandemia che colpisce l’Italia e il mondo – ha dichiarato Matteo Bruni, direttore della sala stampa vaticana -, implorato la guarigione per i tanti malati, ricordato le tante vittime di questi giorni, e chiesto che i loro familiari e amici trovino consolazione e conforto. La sua intenzione si è rivolta anche agli operatori sanitari, ai medici, agli infermieri, e a quanti in questi giorni, con il loro lavoro, garantiscono il funzionamento della società».

Un’uscita dal Vaticano in forma privata, che ha visto il Papa muoversi a piedi per via del Corso e rientrare in sede attorno alle 17.30.

CELEBRAZIONI PASQUALI SENZA FEDELI

Sempre nella giornata di ieri, intanto, sono state divulgate le disposizioni per i riti pasquali, che saranno celebrati senza i fedeli e trasmessi via streaming sul sito Vatican.news, così come già avviene per le udienze generali, gli Angelus e le messe del mattino.

Il Vaticano ha precisato: «Allo stato attuale sono allo studio modalità di attuazione e partecipazione che rispettino le misure di sicurezza poste in essere per evitare la diffusione del coronavirus. Tali modalità saranno comunicate non appena definite, in linea con l’evolversi della situazione epidemiologica».

La partecipazione è quella di cerimonieri, cardinali e vescovi, non ovviamente dei fedeli. Le chiese parrocchiali della Capitale restano per il momento aperte per consentire la sola preghiera individuale in osservanza delle norme anti-contagio.

Gina Lo Piparo

LEGGI ANCHE: Coronavirus in Italia, 369 guariti e 368 morti nelle ultima 24 ore (I DATI)

 

Tag

Gina Lo Piparo

Laureata in Scienze dell'antichità, ama la natura, i viaggi, la poesia, l'arte, la scrittura e Dio, fonte di tutte queste cose. Missionaria, crede nei valori cristiani, che intende come uno stile di vita concreto, reale e rivoluzionario.

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close