Palermo da record: tra le città più visitate d’Italia

di VoceControCorrente

Il capoluogo siciliano diventa sempre più attrattivo per i turisti da ogni dove.

Palermo tra le città più visitate d’Italia. E’ questo il dato emerso da un recente rapporto Istat, che assegna al capoluogo siciliano un importante e significativo primato. Un risultato di tutto rispetto, che fa ben sperare soprattutto i residenti. Al netto dei vari disservizi che caratterizzano la città, il turismo sembra essere uno dei pochi settori in ottima salute, con conseguenze positive per l’economia urbana.

Da piazza Indipendenza ai Palazzo Reale, da via Maqueda al Teatro Massimo, la città riesce ancora ad offrire davvero tante “attrazioni” per i turisti di ogni dove, tanto da assistere a un incremento delle visite rispetto agli anni precedenti. Una crescita “galoppante”, anche rispetto alle altre province dell’isola e dell’Italia intera: l’aumento delle permanenze (cioè del numero di turisti moltiplicato per il numero dei pernottamenti) è pari al 7,8%, contro il 2,9 della Sicilia e il 2 della media nazionale.

Protagoniste indiscusse di questo boom sono – senza ombra di dubbio – le strutture extra alberghiere. Si consideri, infatti che solo tre anni fa, nel 2016, se ne contavano 265, divenute poi 457 l’anno successivo, fino alle 553 di quest’anno.

Per il sindaco Leoluca Orlando “Palermo è una città accogliente che sempre più è conosciuta nel mondo al di fuori degli stereotipi e per la propria realtà d’oggi. Un risultato raggiunto anche grazie alla promozione internazionale ed all’essere, sempre secondo i dati ufficiali dell’Istat, la più sicura fra le grandi città italiane”.

“Il turismo – prosegue il sindaco – si conferma come potenziale motore del nostro sviluppo, ma è già oggi una realtà consolidata che, anche grazie all’enorme indotto che genera nella mobilità, nella ristorazione e nel commercio. Sono risultati straordinari che mostrano comunque ulteriori spazi per migliorare, e proprio per questo, l’Amministrazione sta lavorando sempre più, oltre che per la promozione complessiva dell’immagine di Palermo in Italia e all’estero, per la destagionalizzazione dei flussi, con campagne rivolte a coloro che scelgono la bassa stagione per i propri viaggi”.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati