Famiglia

Padre ‘malato’ di lavoro scopre che il figlio è morto in una videoconferenza

Il figlio dell’imprenditore J.R. Storment, Wiley, è morto nel sonno. L’uomo e la moglie hanno lanciato un messaggio di sensibilizzazione sui social.

(di Lilia Ricca) «Abbraccia i tuoi figli. Non lavorare troppo tardi. Un giorno ti pentirai di non aver dato più tempo alle cose veramente importanti».

Con queste parole l’imprenditore americano J.R.Storment saluta il figlioletto Wiley di otto anni trovato senza vita nel suo letto, nella loro casa ad Oregon, negli Stati Uniti. Fondatore di Cloudability, una piattaforma che migliora visualizzazioni, ottimizzazione e governance dei siti web, Storment ha dedicato gli ultimi anni della sua vita alla professione, sviluppando una vera e propria dipendenza. Proprio a causa del lavoro, Storment si trovava spesso fuori casa, trascurando in questo modo il rapporto con la moglie e i due figlioletti.

Già tre settimane prima del decesso, il piccolo, secondo di due gemelli, aveva accusato una sofferenza per i sintomi di una rara complicazione relativa a una lieve epilessia infantile. Secondo quanto riportato dalla moglie di Storment ai giornali, è stata proprio lei ad accorgersi del corpo senza vita del figlio. Quella mattina il padre era uscito di casa senza passare a salutare i bambini. La tragica notizia è stata appresa da Storment nel corso di una teleconferenza con altre 12 persone. L’imprenditore ha dovuto attendere altre due ore e mezzo prima di ricongiungersi con la sua famiglia.

Così, in preda alla disperazione, la coppia ha voluto lanciare un messaggio di sensibilizzazione sui social:

«Se abbiamo imparato qualcosa è che la vita è fragile, e il tempo può essere crudelmente corto. Se sei un genitore e hai la possibilità di trascorrere più tempo con i tuoi figli, fallo. Quando finisce, ci sono solo foto e oggetti, e il tempo non è più disponibile. È impagabile e non va sperperato. Prendi i tuoi giorni di vacanza e sabbatici, e vai con loro. Non ti pentirai delle email che hai dimenticato di inviare».

E ancora: «Molti hanno chiesto cosa possano fare per aiutare. Abbraccia i tuoi figli. Non lavorare troppo tardi. Molte delle cose su cui probabilmente stai trascorrendo il tuo tempo, sono inutili. E un giorno ti pentirai di non aver dato più tempo alle cose veramente importanti».

Lilia Ricca

Leggi anche: In Australia i genitori possono scegliere quale sesso indicare nel certificato di nascita.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close