Padre indiano non approva il matrimonio della figlia e la brucia viva

di VoceControCorrente

Secondo le famiglie, i ragazzi non potevano sposarsi perché appartenenti a due caste diverse.

E’ morta a causa delle troppe ustioni la giovane Rukhmini, ragazza indiana di 19 anni. Ad ucciderla sarebbe stato il padre che l’ha cosparsa di cherosene e le ha dato fuoco. Il motivo del folle gesto sarebbe legato al matrimonio della giovane. Rukhmini aveva infatti sposato un ragazzo di 23 anni, disobbedendo alle decisioni dei genitori. L’unione dei due ragazzi era stata osteggiata da parte di entrambe le famiglie, poiché appartenenti a due caste diverse.

L’episodio è avvenuto a Ahmednagar Nighoj, un villaggio del Maharasthra, cuore dell’India e le prime ricostruzioni sono state date dalla polizia locale. Al momento, l’unica altra informazione diffusa riguarda le condizioni di salute del giovane sposo, anche lui rimasto coinvolto nel rogo. L’uomo è ricoverato a causa delle ferite riportata nell’incendio e sarebbe ancora in pericolo di vita.

 

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati