Esteri

Nuda per il diritto all’aborto: la bizzarra protesta femminista

Polemiche per la nuova legge in Alabama.

La decisione della governatrice dell’Alabama Kay Ivey, che ha di fatto proibito l’aborto anche in caso di stupro o incesto, non smette di generare polemiche in tutto il mondo. Diverse le donne del mondo della politica, della cultura, della musica e dello spettacolo a scendere in campo contro le nuove direttive disposte dall’esponente repubblicana, ma tra le proteste più bizzarre non si può non far riferimento a quanto fatto da Emily Ratajkowski.

Criticando la decisione presa dal Parlamento locale e ratificata dalla governatrice, la modella ha postato su Instagram una foto che la ritrae completamente nuda, con una foglia rosa in mezzo alle gambe per coprire le parti intime.

L’immagine è stata accompagnata da una lunga didascalia. “Questa settimana, 25 vecchi bianchi hanno votato per vietare l’aborto in Alabama anche in caso di incesto e stupro. Questi uomini al potere stanno imponendo la loro volontà sui corpi delle donne per sostenere il patriarcato e per perpetuare il complesso carcerario industriale, togliendo alle donne di bassa estrazione economica il diritto di scegliere di non riprodursi. Gli Stati che cercano di vietare l’aborto sono gli Stati che hanno le più alte percentuali di donne nere tra la popolazione. E’ una questione di classe e di razza ed è un attacco diretto ai diritti fondamentali delle donne degli Stati Uniti “. Poi la chiosa finale : “I nostri corpi, la nostra scelta”.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close