Esteri

Nota azienda licenzia un dipendente cristiano: ‘O sostieni i gay o sei fuori’

La dittatura del pensiero unico ha mietuto un’altra vittima, ma potrebbero esserci conseguenze.

Se non sposi la linea aziendale di sostegno ai gay, sei fuori. E’ questo, in sintesi, il ragionamento fatto da Ikea Polonia nelle scorse settimane, prima di arrivare al licenziamento di un dipendente di fede cristiana. La storia – raccontata da “La Voce del Trentino” ha davvero dell’incredibile: un lavoratore della multinazionale avrebbe scritto un post Facebook critica al mondo lgbt, citando dei versi della Bibbia.

Un attacco alla spudorata campagna pubblicitaria a favore di gay, lesbiche, bisessuali e transessuali che Ikea ha messo in atto durante il mese “arcobaleno”, dedicato al pride.

Così, il povero dipendente – secondo quanto riportato sempre su “La Voce del Trentino” – sarebbe stato allontanato dal posto di lavoro.

Adesso, però, l’azienda non solo rischia una causa intentata dallo stesso lavoratore discriminato (perché di questo si parla), ma anche un  boicottaggio da parte di quel mondo che ancora oggi lotta contro l’affermazione della dittatura del pensiero unico.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close