Politica

Niente Tav, verso la vittoria del M5S?

Prevale la linea dei contrari.

Si apre l’ennesimo capitolo della vicenda relativa alla Tav sulla tratta Torino-Lione, forse quello definitivo. L’analisi costi-benefici sul completamento dell’infrastruttura sembrerebbe confermare quanto anticipato dal ministro ai Trasporti Danilo Toninelli nelle scorse settimane: “Non conviene farla”.

“Sulla Tav – si legge in una nota ufficiale del premier Giuseppe Conte– ho preso un impegno a nome del governo: di procedere alla decisione finale non sulla base di sensibilità personali o di una singola forza politica”. Parole, quelle del presidente del Consiglio, che sembrano anticipare un pronunciamento negativo definitivo.

Ma il dietrofront dei Cinquestelle non sembra spingere il vice premier leghista Matteo Salvini a fare un passo indietro. “Nessuno stop – ha asserito il leader del Carroccio-. Un conto sono le parole, un conto sono i fatti. L’intesa si trova sempre. Vorrei ricordare che la Tav toglie da quella zona un milione di tir. Bisogna rilanciare su tutto, con un grande Piano Marshall sulle opere pubbliche”.

 

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close