Cronaca

Modena: finti esami per dare il permesso di soggiorno a 6mila irregolari

Avevano organizzato una rete per far ottenere il permesso di soggiorno a stranieri irregolari: arrestate 25 persone a Modena.

Dietro pagamento erano in grado di far passare a migliaia di migranti irregolari gli esami per ottenere il permesso di soggiorno. Questo è quanto facevano 25 persone a Modena: finti esami sulla conoscenza della lingua italiana, dietro compenso, poco importa chi avessero davanti.

Delinquenti o meno, non importava: tutti ottenevano il permesso di soggiorno.  A capo di questo sistema c’era un Centro di Formazione Linguistico accreditato presso l’Università per Stranieri di Perugia, che la squadra mobile di Modena ha messo nel mirino dopo aver notato attività irregolari.

A chi doveva sostenere gli esami venivano fornite risposte già compilate o aiuti dalla commissione. Sarebbero 6mila gli stranieri coinvolti tra Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige ed Emilia-Romagna.

Gli stranieri in questione pagavano fior di quattrini, richiedevano e ottenevano il certificato CELI, il certificato di lingua italiana. La polizia di Stato, delegata dal pm Francesca Graziano, ha proceduto a Modena all’esecuzione di un’ordinanza per cinque misure cautelari (un uomo in carcere e quattro ai domiciliari).

Le accuse sono di corruzione, falsità ideologica, truffa, contraffazione di documenti necessari al fine di determinare il rilascio di carta di soggiorno per lungo periodo ed indebita percezione di erogazioni ai danni dello Stato. Sono in corso indagini su un totale di 25 persone.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close