Mississipi, Corte d’Appello boccia la legge anti – aborto

di VoceControCorrente

Brutte notizie dagli Stati Uniti d’America per il diritto alla vita.

La Corte d’Appello del Quinto Circuito ha revocato il divieto di aborto dopo la 15/a settimana deciso dal Mississippi, USA.

«Gli Stati possono regolare le procedure d’aborto fino a quando non impongono un peso eccessivo sulle donne, ma non possono vietare gli aborti. La legge in questione è un divieto. E per questo non è valida», ha affermato la Corte d’Appello.

Un giudice federale l’aveva già bocciata nel 2018, ma le autorità statali avevano fatto ricorso alla corte di Appello. La legge prevede eccezioni alla norma delle 15 settimane solo per emergenze mediche ma non per casi di stupro o incesto.

L’Assemblea legislativa dello stato – ricordiamo – aveva approvato nei mesi scorsi una misura ancora più restrittiva che vieta l’aborto dopo sei settimane di gravidanza. Anche questa misura è stata bloccata da un giudice federale.

La sentenza della corte d’appello potrà portare la questione di fronte alla Corte Suprema, obiettivo ultimo degli stati conservatori che negli ultimi anni hanno approvato leggi fortemente restrittive dell’aborto come quelle del Mississipi.

La speranza delle campagne anti-aborto è che questa Corte Suprema, in cui vi è una maggioranza di giudici di orientamento conservatore, possa arrivare ad un rovesciamento della decisione del 1973 con cui è stato legalizzato l’aborto.

LEGGI ANCHE: Aborto in Italia, cosa prevede la legge 194?

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati