CronacaSicilia

Migranti, a Lampedusa la nave quarantena GNV Azzurra: imbarcati 250 tunisini

Nuovi sbarchi fermi per via delle condizioni del mare.

Sono 250 i migranti, tutti tunisini, che sono stati imbarcati sulla nave quarantena Gnv Azzurra che si trova a Lampedusa. La Gnv Azzurra ha complessivamente 1.000 posti.

L’imbarco, sotto il monitoraggio di polizia e carabinieri, è avvenuto a Cala Pisana. I migranti, con mascherine e zaini, sono saliti a gruppi di 10 e la Croce Rossa li ha dislocati nei vari ponti. I profughi sono giunti dall’hotspot di contrada Imbriacola, fino a quando tutti i posti disponibili non sono stati riempiti.

Intanto, il mare mosso e le forti raffiche di vento che soffiano nel canale di Sicilia hanno fermato in queste ore gli sbarchi di migranti a Lampedusa. L’ultimo arrivo è avvenuto nella serata di ieri quando, verosimilmente dalla Libia, è giunto un barcone con molti bambini e donne a bordo. Nel gruppo, anche una migrante con convulsioni e un giovane uomo svenuto.

Il sindaco di Lampedusa, Totò Martello, ospite di Agorà su Raitre, ha affermato: «I numeri all’interno dell’hotspot e gli sbarchi sono talmente alti da dichiarare che siamo in uno stato di emergenza perchP nel rapporto tra i dati di oggi e quelli del 2011, quelli di oggi sono più alti. Chiedo l’emergenza perché facilita nell’affrontare le problematiche».

Per il sindaco di Lampedusa, al momento sull’isola ci sono «1.300 persone in due strutture: l’hotspot che era pieno con 1.100 persone e in più ci sono altre duecento persone in una struttura della chiesa, perché all’interno del centro accoglienza non entrava materialmente più nessuno».

LEGGI ANCHE: Un russo ha comprato l’isola di Gallinara, ecco quanto ha speso.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close