Gender

Meno di 3 britannici su 10 vogliono che sia facile cambiare il sesso in maniera legale

Un nuovo sondaggio ha mostrato che più di sette cittadini britannici su dieci non vogliono che sia più facile cambiare il sesso legale.

In un sondaggio realizzato nel Regno Unito, il 28% di 1.688 partecipaanti ha affermato che cambiare sesso dovrebbe essere facilitato ma il 47% si è detto contrario a una modifica della legge attuale. Ne dà notizia Christian.org.uk.

Nel dettaglio, quasi 2/3 dei partecipanti non sono d’accordo con la rimozione del requisito di una diagnosi medica prima del cambio di sesso.

La maggioranza si è anche opposto alla possibilità si consentire a un uomo di accedere agli spogliatoi o i bagni per sole donne a meno che non abbia subito un intervento chirurgico di «riassegnazione di genere».

Lo scorso mese il Sunday Times ha riportato che le proposte del governo per consentire alle persone di cambiare il loro certificato di nascita senza una diagnosi medica dovrebbero essere accantonate.

L’ex ministro della sanità, Jackie Doyle-Price, ha espresso di recente le sue preoccupazioni per la lobby trans: «Pare regressivo che abbiamo rielaborato gli stereotipi di genere e abbiamo reso ciò quasi una scienza», riportando le intenzioni di attivisti che incoraggiano le ragazze a mettere in discussione il proprio genere, descrivendo questa pratica come «pericolosa» e aggiungendo che «dobbiamo solo dare ai bambini la possibilità di crescere».

LEGGI ANCHE: Amazon accusato di difendere l’ideologia trans.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close